Aspettando Papa Francesco, con le ACLI di Brescia in preghiera per la Pace

Aspettando Papa Francesco, con le ACLI di Brescia in preghiera per la Pace

Domani, 1 giugno 2024, sarà una giornata speciale per le ACLI, poiché in occasione del loro ottantesimo anniversario, Papa Francesco riceverà in udienza privata tutto il movimento aclista.

Per prepararci a questa giornata così significativa con le ACLI di Roma abbiamo accolto le ACLI di Brescia, organizzando un momento di preghiera per la Pace, che si è tenuto questo pomeriggio presso la Basilica Minore di Santa Sofia.

La preghiera è stata guidata Don Marco Yaroslav Semehen, rettore della Basilica minore di Santa Sofia e Mons. Alfredo Scaratti, accompagnatore spirituale della ACLI di Brescia. Ho avuto il piacere di condividere questa iniziativa di preghiera e riflessione, con il presidente nazionale ACLI, Emiliano Manfredonia, e Pierangelo Milesi, delegato nazionale per la Vita Cristiana e la Pace e presidente delle ACLI di Brescia.

Il pomeriggio è stato anche un’opportunità per visitare la Basilica, un luogo di preghiera centrale per la comunità ucraina e un punto di riferimento per gli aiuti alla popolazione colpita dalla guerra. Durante la visita, abbiamo illustrato le varie attività di sostegno che, come ACLI Roma, stiamo portando avanti a favore della comunità ucraina. Gli ospiti hanno anche avuto il piacere di assaggiare le specialità culinarie della tradizione ucraina, arricchendo l’incontro con momenti di condivisione culturale.

Un altro momento significativo è stato rappresentato dalla donazione di eccedenze alimentari effettuata attraverso la nostra Buona pratica di contrasto alla povertà e allo spreco alimentare “Il cibo che serve”, che andrà a sostegno della comunità ucraina

È stato un pomeriggio di preghiera e solidarietà in cui a risuonare è stata la parola PACE che deve guidare tutti i passi del mondo!