8 marzo, Rompiamo il ghiaccio della disuguaglianza di genere

8 marzo, Rompiamo il ghiaccio della disuguaglianza di genere

Rompere il ghiaccio della diseguaglianza di genere. È questa l’immagine che abbiamo scelto con le ACLI di Roma e provincia per celebrare la Giornata Internazionale della Donna che si celebra come ogni anno l’8 marzo.

Per l’occasione abbiamo realizzato una cartolina di sensibilizzazione con questo slogan e l’immagine di una donna che cammina su una fragile lastra di ghiaccio, piena di crepe. Ogni giorno le donne sono costrette a camminare su una lastra di ghiaccio, perché devono fare i conti con quella morsa di stereotipi e discriminazioni che rischiano di spezzare la loro autenticità e di soffocare i loro sogni, perché sono costrette a confrontarti con quel gap salariale persistente rispetto ai colleghi uomini, a scontrarsi con scarse opportunità di lavoro dignitoso, a scegliere tra la possibilità di fare carriera o di diventare madri, a subire gli effetti della sotto rappresentanza in ruoli di leadership e decisionali.

Camminare sempre su questo terreno incrinato e scivoloso, dove ogni crepa rappresenta quella disuguaglianza di genere radicata nel tessuto della nostra società, non è certo facile. Eppure le donne non retrocedono di un passo, sfidano il ghiaccio dimostrando una straordinaria forza interiore, con il loro sguardo che punta sempre lontano, tra visione e concretezza, presente e futuro. Due termini che la società civile ha il compito di ridisegnare. Perché quello che è stato fatto fino ad ora non basta.

Tutti i soggetti della società civile devono abbracciare due parole chiave: corresponsabilità e cambiamento culturale, che devono essere impresse in ogni dimensione del vivere, affinché finalmente si riempiano quelle crepe e si .